Bau Bau Beach e spiaggia di Nemo, nasce un progetto moderno di arenile davanti all’ospedale un grande progetto in fase di realizzazione da parte del consorzio JesolMare. L’apertura è prevista per il 27 maggio, ma intanto è già definito che sui 300 metri lineari di spiaggia troveranno posto sia l’area riservata ai cani, e ai loro padroni, sia la spiaggia che potrà accogliere anche i diversamente abili, ma non solo. Sarà un progetto che promuoverà un concetto del tutto nuovo di spiaggia aperta a tutti.

Non più una spiaggia “ghetto”, in cui i disabili avranno il loro posto isolati dagli altri e con le attrezzature necessarie. La spiaggia sarà un complesso molto ampio in cui ci saranno anche lettini e ombrelloni per tutte le tasche e di lusso con un’impostazione in stile riviera romagnola. Per il momento non sono trapelati altri particolari. La JesolMare sta lavorando alla realizzazione della lunga e spaziosa spiaggia, in cui ci saranno anche zone di lusso ed esclusive, oltre a ombrelloni e lettini a partire dai 15 euro. Ma, soprattutto, i disabili troveranno posto come tutti, senza sentirsi diversi o allontanati. Non mancheranno aree ludiche per i bambini e lo sport.

Una spiaggia davvero accogliente e senza isolamento rispetto alle altre dell’arenile jesolano. Quanto alla Bau Bau Beach, dopo le tensioni e le paure per la fine di questa bella esperienza, troverà posto adiacente l’altra spiaggia, sempre davanti all’ospedale e fronte mare, e sempre a gestione JesolMare.

 

Articolo tratto da La Nuova Venezia