Skip to Content

Blog Archives

ACCATASTAMENTO SABBIA 2017/2018 A JESOLO

Le consuete operazioni di accatastamento della sabbia che, da diversa anni, la Federconsorzi (categoria che raggruppa tutti i Consorzi/Stabilimenti Balneari presenti a Jesolo) programma unitamente ai propri soci e con l’indispensabile collaborazione dello studio tecnico del Geom. Talon per quanto concerne l’assistenza per le prestazioni tecniche e per le autorizzazioni e i rilievi topografici planoaltimetrici, sono iniziate il giorno 13 ottobre. Lo scopo della duna è quella di limitare i danni provocati dalla forza erosiva marina (che purtroppo essendo fenomeno naturale è difficilmente frenabile o evitabile) al fine di preservare, per quanto possibile, la maggior quantità di sabbia nei vari tratti di litorale per lo spianamento della stessa durante il mese di aprile. Inoltre viene eretta la muraglia di sabbia a protezione e difesa delle strutture alberghiere e dei chioschi, delle passeggiate pedonali, delle recinzioni e delle attrezzature in concessione demaniale. Il modus operandi scelto per l’inizio dei lavori è stato con partenza dalla zona della Pineta, avanzando fino alla zona compresa tra le piazze Milano e Torino, per poi proseguire le operazioni di accatastamento in direzione Faro. La novità di quest’anno è che i concessionari della zona centrale non innalzeranno la muraglia di sabbia, scelta presa in comune accordo tra i Presidenti dei Consorzi/Stabilimenti Balneari. Verranno protette con la formazione della duna unicamente la zona Est e la zona Ovest, aree del litorale più esposte ai danni erosivi dovuti dalle mareggiate.

Sotto riportati i Consorzi/Stabilimenti Balneari che aderiranno al progetto di accatastamento della sabbia per l’inverno 2017/2018 (Est-Ovest):

ZONA EST

  • Consorzio Pineta 2000
  • Consorzio Nuova Pineta 2
  • Stabilimento Balneare Relax Beach
  • Stabilimento Balneare Riviera di Levante
  • Zona antistante Campeggio Malibù Beach
  • Consorzio Pineta 4
  • Stabilimento Balneare Green Beach
  • Zona antistante Villaggio Marzotto
  • Consorzio Torino Uno
  • Consorzio Lido Mare
  • Consorzio Lido Solemare

 

ZONA OVEST

  • Consorzio Mazzini
  • Stabilimento Balneare Eurobeach
  • Consorzio Stella Marina
  • Consorzio Mascagni
  • Consorzio Ponente
  • Zona antistante Jesolo Camping International
0 Continue Reading →

OPERAZIONI SPIANAMENTO DUNA 2017

Viste le imminenti festività pasquali, molti operatori balneari stanno sfruttando l’occasione per iniziare ad installare e posizionare le prime attrezzature, ombrelloni e sdraio in spiaggia. Contestualmente sono iniziati lunedì 27 marzo i lavori di spianamento della duna nella zona centrale del litorale. Inizialmente è stata stesa la duna nella zona antistante l’Hotel Almar, continuando le operazioni di spianamento dal Consorzio Mazzini in direzione del Consorzio Milano.  Per Pasqua saranno terminati gli spianamenti delle dune di protezione che sono state coperte durante l’inverno dai teli già rimossi nella parte centrale del litorale. In data lunedì 03 aprile sono cominciati anche i suddetti lavori dalla zona dello Stabilimento Balneare Eurobeach in direzione Faro.  La Federconsorzi sta coordinando i lavori in stretto contatto con Regione e Genio Civile rispettando, in maniera più che egregia, la tabella di marcia. 65mila mc di sabbia sono a disposizione per la zona della Pineta. I lavori di ripascimento nella zona maggiormente colpita da mareggiate ed erosione saranno ultimati verso la metà di maggio.

0 Continue Reading →

Lotta all’erosione della spiaggia opere strutturali per due milioni

Jesolo. Verranno utilizzati i soldi risparmiati per il progetto “rambla del mare” che non si farà più. La Regione intanto garantisce fino a 80 mila metri cubi di sabbia per il prossimo ripascimento.

Sparisce la “rambla sul mare”, il mega pontile davanti al grattacielo Merville. E con i soldi risparmiati da questo ambizioso progetto, per la verità quasi irrealizzabile, sarà garantito un intervento strutturale di protezione della spiaggia dall’erosione. Circa 2 milioni di euro per nuovi pennelli e pontili in Pineta. Intanto. 80 mila metri cubi di sabbia sono assicurati per la stagione 2017. Così la prossima estate la spiaggia di Jesolo è garantita anche al lido est in Pineta. Il sindaco Valerio Zoggia è tornato dalla Regione, dove ha parlato con l’assessore all’ambiente Bottacin, portando a casa una serie di garanzie sul futuro della sua spiaggia. Per prima cosa, saranno stipulati vari accordi nelle località balneari della costa veneziana contro l’erosione, coinvolgendo i Comuni, la Regione e i privati, nel caso di Jesolo la Federconsorzi. Serviranno per studiare e organizzare la difesa a mare, finanziamenti e progetti di intervento strutturale.

Il Sindaco Zoggia ha poi ricevuto ampie rassicurazioni in Regione anche dal Genio Civile in merito alla sabbia per l’estate 2017. Circa 60 mila metri cubi di sabbia saranno pescati a largo e accatastati a riva pronti per essere distesi attorno a maggio. Altri 15 mila sono garantiti dal cantiere dell’hotel Tahiti, più i restanti metri cubi trasferiti dalle zone centrali, da dove potranno essere spostati a seconda della necessità. Se nel 2016 erano stati garantiti circa 50 mila metri cubi, quest’anno l’obiettivo è di arrivare a 80 mila per garantire la spiaggia della Pineta che potrà avere la sabbia necessaria per superare i problemi di erosione che si sono manifestati anche quest’anno.

Ma la novità più importante, che ha convinto anche il Presidente AJA Alessandro Rizzante, e il Vice Presidente di Federconsorzi Amorino De Zotti, a complimentarsi con il sindaco e l’amministrazione, è il reperimento dei circa 2 milioni di euro dell’enorme pontile che doveva sorgere di fronte al Merville, su un totale di quasi 3 milioni compreso il beneficio pubblico dell’intera operazione, che saranno destinati a un intervento strutturale sulla spiaggia della Pineta progettato e realizzato nella prossima stagione estiva 2018.

L’intervento prevedeva 2 milioni 730 mila euro che erano stati ripartiti nella realizzazione del pontile per la famosa rambla, 500 mila per un parcheggio in Pineta, 900 mila da destinare alla sistemazione di Piazza Europa e un tratto di marciapiede viale Oriente. Zoggia ha avuto le rassicurazioni dall’assessore Bottacin sulla fattibilità di questo percorso concordato anche con la ex provincia, poi Cogetrev, ovvero l’allora soggetto privato coinvolto nel progetto del Merville che prevedeva anche gli altri interventi.

Questi ultimi interventi saranno realizzati, mentre sarà stralciata la rambla sula mare e il soggetto privato garantirà, con quelle risorse risparmiate, i nuovi interventi di difesa del mare, sostanzialmente pennelli in roccia che saranno concordati con la Regione anche con nuovi stanziamenti pubblici. “L’assessore Bottaccin” ha detto il sindaco “si è dimostrato disponibile ad assecondare il progetto e adoperarsi perché l’iter possa poi venire trasmesso velocemente alla Via (Valutazione Impatto Ambientale)”.

© Articolo da La Nuova Venezia

0 Continue Reading →

Soluzioni erosione marina a Jesolo?

Federconsorzi Arenili Lido di Jesolo ormai da alcuni anni attua sul campo alcune metodologie per contrastare e combattere il fenomeno dell’erosione costiera, per ora la più funzionale, si è dimostrata quella attraverso l’accumulo di sabbia a formazione di una duna a difesa del litorale. Lo scopo della duna è quella di limitare i danni provocati dalla forza erosiva marina (che purtroppo essendo fenomeno naturale è difficilmente frenabile o evitabile) al fine di preservare, per quanto possibile, la maggior quantità di sabbia nei vari tratti di litorale per lo spianamento della stessa durante il periodo primaverile, piuttosto che difendere le strutture alberghiere ed i chioschi, le passeggiate pedonali in cemento, le recinzioni.

In alcuni tratti, quali le due zone esterne del nostro litorale, vedi zona Ponente (zona Faro) e zona Levante (zona Pineta), queste operazioni di salvamento della sabbia e del litorale risultano veramente ardue e complicate. A volte s’interviene cercando unicamente di limitare i danni, come avviene per esempio nel Consorzio Pineta 2000, l’attività più penalizzata da questo punto di vista e quella ubicata più a Est del litorale jesolano, dove vengono posizionati dei sacchi di sabbia in fila a formazione di una muraglia, semplicemente per mancanza del tratto di arenile. Difatti, nella suddetta area, l’azione erosiva delle onde è veramente “vorace” e divora letteralmente la costa, anche con proporzioni di 5-6 metri di arenile nel corso di mezza giornata.

Notizie confortanti arrivano direttamente dal fronte Regione, in particolare dal Consigliere Regionale Calzavara, che quindi chi meglio dell’ex Sindaco di Jesolo, poteva conoscere la realtà di Jesolo in modo così  ravvicinato ed anche le sue problematiche. Quest’ultimo sta tentando, attraverso una proposta di legge regionale, di introdurre perlomeno in fase sperimentale in diverse realtà della costa veneta, alcune disposizioni per il contrasto del fenomeno dell’erosione costiera, che potrebbero concretizzarsi nei pennelli a mare, nei Reef Ball, reti al silicone, ecc… Importante, se non fondamentale è la salvaguardia del territorio regionale che riguarda anche e soprattutto la difesa e la salvaguardia della costa veneta. Per cui come recitava una famosa canzone: “chi vivrà vedrà”. Nel frattempo incrociamo le dita ed attendiamo notizie positive dai vertici regionali.

0 Continue Reading →