Alle donne che partoriranno negli ospedali dell’Ulss 4 del Veneto orientale verrà regalato un posto in spiaggia con ombrellone per la durata di 14 giorni. Alle donne che partoriscono da giugno a dicembre negli ospedali di San Donà di Piave e Portogruaro verrà dato, quindi, se lo desiderano, un posto ombrellone gratuito a scelta tra Bibione, Caorle, Eraclea mare o Jesolo. Nato dalla collaborazione tra Ulss4 e Unionmare Veneto, con il contributo della Banca San Biagio del Veneto Orientale, il progetto si chiama «Vieni a partorire nel Veneto Orientale e ti regaliamo il mare», e ha lo scopo di promuovere i benefici per mamma e bambino trasmessi dal sole e dal mare e al contempo l’ attività svolta dai punti nascita aziendali. Nel momento della dimissione ospedaliera post-parto, alla mamma viene consegnato, se lo vuole, un «Beach pass» che le acconsente di utilizzare gratuitamente un ombrellone per 15 giorni, scegliendo se utilizzarlo nell’estate corrente o nell’estate 2020.

«Come noto l’Ulss4 è l’Azienda sanitaria del Veneto a vocazione turistica pertanto – spiega il dg Carlo Bramezza – se in passato abbiamo attivato la spiaggia di Nemo dedicata alle persone disabili, con posti ombrellone gratuiti a loro riservati, ora pensiamo al benessere delle neomamme, del neonato e della rispettiva famiglia, offendo loro un posto ombrellone gratuito. Benessere che deriva dai benefici del mare e del sole ovviamente senza abusarne, e contemporaneamente si promuove anche l’attività svolta egregiamente nei punti nascita dell’Ulss4». «Questo progetto ha infine una valenza sociale – conclude Bramezza – perché si offre la possibilità, anche alle mamme che non avessero la disponibilità economica, di usufruire gratis di un servizio in spiaggia sul nostro litorale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il Gazzettino di Venezia-Mestre